Home / Economia, Finanza e Forex / Investitori extra Ue vendite sostenute di Titoli di Stato Europei

Investitori extra Ue vendite sostenute di Titoli di Stato Europei

Nel suo periodico bollettino economico la BCE rileva come nei primi 9 mesi del 2016 gli investitori di Paesi al di fuori dell’UE hanno messo in atto corpose vendite di titoli di Stato di Paesi Europei, soprattutto italiani e tedeschi, contrastando l’azione della BCE stessa attraverso il Qe. Le vendite di titoli italiani hanno toccato un volume pari al 4,1%del Pil nazionale, il 3.1% invece le vendite di titoli tedeschi.

Dietro a questi due Paesi anche la Spagna ha visto vendite di suoi titoli per un 1,8% del suo Pil. Contemporaneamente si sono registrati acquisti di Titoli azionari, soprattutto di aziende francesi mentre per la Francia i Titoli di Stato invece di essere oggetto di vendite si sono realizzati aumenti di acquisto per l’1,2% del Pil. Chiaro che soprattutto per l’Italia l’ondata di vendite realizzata da tali investitori esteri hanno provocato sensibili variazioni sulle quotazioni, evidentemente anche sullo Spread, compensato solo dalle contestuali vendite anche di titoli tedeschi.

La BCE ritiene necessario mantenere in essere i tassi di interesse ai minimi e continuare anche l’azione di sostegno alle economie con l’acquisto di Titoli per 60 miliardi di Euro al mese, decisione presa a fine 2016 e riconfermata anche in tempi più recenti nonostante le pressioni in senso contrario da parte della Germania che vorrebbe un rialzo dei tassi e la fine del Qe.

Chi Siamo Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim’ora dal mondo dell’intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Leggi Anche

Investire nei Bitcoin nel 2017, cosa aspettarci

C’è un dibattito prolungato da diverso tempo sulla vera identità dei Bitcoin, se debba essere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *