Home / Economia, Finanza e Forex / Recuperare l’investimento per l’impianto fotovoltaico

Recuperare l’investimento per l’impianto fotovoltaico

Siete di fronte al vostro primo acquisto di un impianto fotovoltaico per la vostra prossima abitazione e vi accingete a scoprine i costi, il timore più grande: in quanto tempo c’è  recupero investimenti?

In linea teorica, rispetto a 5-6 anni fa i prezzi sono calati per cui anche il tempo di ammortamento dell’investimento si è dimezzato e con esso si è alzato anche il  mercato del fotovoltaico.

Scegliere di installare un impianto fotovoltaico sul tetto della vostra casa o installare un sistema solare sul tetto della vostra azienda, per poter soddisfare la richiesta di energia e quindi ridurre o annullare anche la bolletta, è ancora oggi la soluzione ideale per chi vuole avere energia pulita e gratuita abbattendo anche i costi.

Se si abita presso un condominio è possibile installare un impianto fotovoltaico sul tetto del proprio edificio abbattendo i costi di installazione e acquisto perchè saranno suddivisi equamente tra tutti i condomini che utilizzeranno l’impianto.

Il costo di un impianto fotovoltaico per un condominio si attesta di poco superiore al sistema solare da 3 kW per un’abitazione famigliare, gli interventi di installazione hanno un costo decisamente inferiore per cui la somma da dividere è assai inferiore a quella individuale.

Quali sono le possibili soluzioni per ridurre i tempi di ritorno dell’investimento eseguito?

L’acquisto di un impianto fotovoltaico è considerato un vero e proprio investimento e pertanto è necessario trovare subito delle soluzioni che si possano adattare alle vostre esigenze energetiche per poter recuperare in tempi ridotti il prezzo iniziale di acquisto.

Il GSE propone la strada dell’autoconsumo che premia tutti coloro che usufruiscono dell’energia solare senza sfruttare quella della rete o la possibilità di poter scegliere le detrazioni fiscali che possano far recuperare la metà del capitale in 20 anni con una rata annuale che costituirà una piccola rendita fissa che alla fine, molto probabilmente, pareggerà l’investimento eseguito.

C’è anche da considerare come tramite la scelta della detrazione fiscale si possa recuperare la metà del capitale, ma proprio nel contratto di 20 anni è possibile recuperare gran parte dell’investimento fatto con la riduzione della bolletta elettrica.

Così facendo si consumerà l’energia autoprodotta senza la necessità di acquistare e fruire dell’energia della rete nazionale.

Quali sono i fattori che possono far variare il tempo di recupero dei costi per un impianto fotovoltaico?

Il tempo di ritorno/recupero dell’investimento varia in base al territorio di installazione del sistema fotovoltaico, ovvero parliamo della quantità di energia prodotta, ma anche della necessità, della vostra abitazione, di energia.

Generalmente possiamo parlare di recupero effettivo dell’investimento in 5-7 anni per un impianto fotovoltaico che sia stato installato nel Nord Italia con basso irraggiamento e autoconsumo quasi totale e un periodo di tempo di 3 anni per un impianto fotovoltaico installato nei territori del Sud Italia.

Per un impianto fotovoltaico da 3kW installato nel Nord Italia il recupero del capitale si attesta su 3.500 alle 7.000 euro in 5-7 anni.

L’ipotesi dell’autoconsumo per recuperare dall’investimento eseguito consta nell’evitare l’utilizzo dell’energia dalla rete, pertanto la somma investita nel pagamento della bolletta elettrica va a costituire il vostro risparmio annuale a una parte del recupero delle spese.

 

 

 

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

prestiti

Quali saranno i prestiti più richiesti del 2020?

Contrarre un prestito, sino a qualche anno fa, veniva vista come l’ultima ancora di salvezza …