Home / Economia, Finanza e Forex / Prestito Quinto Stipendio: i finanziamenti più veloci sul mercato

Prestito Quinto Stipendio: i finanziamenti più veloci sul mercato

Molto spesso si sente dire che per chi è un dipendente con contratto a tempo indeterminato il prestito con cessione del quinto dello stipendio rientra tra i finanziamenti più veloci tra quelli disponibili sul mercato. È davvero così? Cerchiamo di scoprire quali sono i tempi di erogazione del prestito con quinto dello stipendio e quali sono le fasi della procedura.

Cessione del quinto: caratteristiche e tempistiche per l’erogazione

La cessione del quinto è una forma di finanziamento riservata ai lavoratori dipendenti e ai pensionati che si distingue da altri prestiti per via della rata che viene pagata con una trattenuta diretta in busta paga (o sul cedolino); l’importo dell’impegno mensile non può essere superiore al 20% dello stipendio netto, mentre la durata massima è di 120 mesi. Per quanto riguarda il prestito con quinto dello stipendio (quindi parliamo di dipendenti) sono previsti dei requisiti, come la presenza di un contratto a tempo indeterminato e un’anzianità minima di almeno tre mesi. La cessione del quinto viene spesso indicato come un finanziamento veloce e semplice da ottenere (non servono ulteriori garanzie oltre allo stipendio) che può essere concesso anche a chi in passato ha avuto problemi di protesti.

L’iter per il prestito del quinto dello stipendio, come sottolineato da Cessionedelquintok, prevede cinque fasi distinte. La prima è quella relativa alla raccolta della documentazione: oltre alle solite scartoffie necessarie per chiedere un finanziamento (quindi documenti di identità, busta paga e così va) serve la certificazione stipendiale, che viene rilasciata dal datore di lavoro e che fornisce informazioni su stipendio lordo e netto, anzianità di servizio e altri dati sull’inquadramento contrattuale; per ottenere questo documento i tempi possono variare dalle poche ore ai diversi giorni. La seconda fase è rappresentata dalla delibera della pratica da parte della finanziaria: di solito non ci sono problemi e i tempi sono abbastanza rapidi, ma possono allungarsi nel caso in cui vengano riscontrate anomalie o se la documentazione presentata non è completa. La terza fase è eventuale ed è l’erogazione dell’acconto: se il richiedente ha necessità urgenti di liquidità può infatti richiedere un anticipo sul finanziamento (occorreranno alcuni giorni prima che venga erogato). Lo step numero quattro riguarda la notifica del contratto al datore di lavoro: se l’invio viene fatto tramite raccomandata bisogna mettere in preventivo almeno un paio di giorni, ma può essere fatto anche via PEC, con una riduzione dei tempi. L’ultima fase è il rilascio dell’atto di benestare da parte del datore di lavoro (che con questo documento si impegna a trattenere l’importo della rata mensile dallo stipendio del richiedente), seguito dall’erogazione dell’importo del finanziamento (o del saldo se è già stato erogato l’acconto).

Il prestito con cessione del quinto dello stipendio è davvero il finanziamento più veloce?

Alla luce di questa procedura, i prestiti con cessione del quinto dello stipendio sono davvero i finanziamenti più veloci sul mercato? In linea generale si può dire che i tempi sono più ristretti rispetto ad altri tipi di prestiti, però bisogna dire che questi possono variare da caso a caso, e anche di parecchio. Molto dipende dal datore di lavoro e bisogna considerare che nell’iter sono coinvolti anche la società finanziaria e l’assicurazione, ma come abbiamo visto se c’è davvero urgenza di liquidità è possibile ottenere una parte dell’importo nel giro di pochi giorni richiedendo un acconto.

Chi Siamo Redazione

Leggi Anche

Investire nei Bitcoin nel 2017, cosa aspettarci

C’è un dibattito prolungato da diverso tempo sulla vera identità dei Bitcoin, se debba essere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *