Mutui Poste Italiane: le novità del Bancoposta Acquisto

Quando si parla di acquisto di immobili come quello della prima casa, viene subito in mente il mutuo bancario. Quasi tutti gli italiani ne stanno pagando uno, o vorrebbero pagarlo ma non riescono ad ottenerlo. In Italia, come tutti sanno, gli affitti sono molto alti, ed in alcuni casi soprattutto nelle grandi città, possono anche superare la rata mensile del mutuo per l’acquisto dell’immobile.

Avere un immobile di proprietà è tranquillizzante, fa stare sereni, fa sentire sicuri, oltre che essere un investimento intelligente. Quello italiano è un popolo di possessori di case rispetto agli altri paesi europei, dove chiunque può compra, facendo anche si che le generazioni successive possano godere di un tenore di vita migliore, dato anche dai possedimenti immobiliari ereditati.

Oggi come oggi purtroppo, anche se le condizioni del mercato sono ottimali per l’acquisto di un immobile, come anche quelle contrattuali per il mutuo, risulta molto complesso e difficile riuscire ad ottenerlo. Le banche, che stanno vivendo una situazione molto difficile, con un monte di crediti inesigibili arrivato al suo massimo storico, richiedono molte garanzie aggiuntive, coprono fino massimo all’80% del valore dell’immobile e fanno molte difficoltà. Ma c’è un alternativa alle banche per richiedere un mutuo sulla casa? Un’alternativa c’è, e sono le Poste Italiane. Ma qual è la loro offerta sui mutui ed a quali condizioni? Andiamo a vedere.

MUTUI POSTE ITALIANE: NOVITA’ 2016

Le Poste Italiane negli ultimi anni si sono sempre più diversificate, ampliando la loro offerta e coprendo ormai tutto il settore finanziario e del credito al consumo. In particolare, per i mutui sull’acquisto della prima casa, Poste offre il Mutuo BancoPosta Acquisto, con il quale è possibile finanziare l’acquisto della casa fino all’80% del suo valore.

Le condizioni offerte sono molto vantaggiose, soprattutto per quest’anno, come ad esempio la polizza incendio gratuita e lo spread all’1,50% sui mutui a tasso fisso, variabile e misto per tutta l’estate. La durata del mutuo va dai 10 anni fino ai 30 anni, con soli 390 di spese per la perizia dell’immobile e 300 di spesa per l’istruttoria della pratica. In caso di estinzione anticipata del mutuo, Poste non applica nessun costo aggiuntivo né nessuna penale.

I tassi tra i quali scegliere sono quattro. C’è il classico tasso fisso, che attualmente viene erogato con un tasso che varia dall’1,9% circa per i mutui a 10 anni, fino al 2,3% per quelli a 30 anni. C’è il tasso variabile che viene concesso con un tasso basato sull’Euribor all’1,2%.

Inoltre, è possibile scegliere il tasso variabile BCE, basato sui parametri della Banca Centrale Europea, con un tasso di interesse intorno al 3%, ma che risente di minori oscillazioni rispetto all’Euribor. Infine, è possibile scegliere il tasso misto, con il quale è possibile ridiscutere il tasso del proprio mutuo ogni 2, 5 o 10 anni, a seconda dell’opzione scelta.

Inoltre, accendendo un mutuo con Poste Italiane, è possibile ricevere uno sconto del 5%, sulla polizza assicurativa per proteggere la propria abitazione, e ricevere la carta di credito BancoPosta classica, con un canone gratuito per tutta la durata del mutuo, con la possibilità di usufruire di un fido mensile di 1.600€.

Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim'ora dal mondo dell'intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *