Home / Economia, Finanza e Forex / Iva, da aprile il reverse charge per telefonini, processori e cpu.

Iva, da aprile il reverse charge per telefonini, processori e cpu.

 A partire dal 1 di aprile entra in vigore il nuovo regime fiscale con il meccanismo del  “reverse charge”, l’inversione fiscale per la cessione di telefoni cellulari e microprocessori.  In pratica gli obblighi fiscali sono a capo del cessionario e non del cedente come avveniva fino ad oggi:  l’acquirente, se soggetto passivo d’imposta nel territorio dello Stato, è obbligato all’assolvimento dell’Iva al posto del cedente.

Il nuovo sistema verrà applicato però solo nella fase di distribuzione e non in quella del commercio al dettaglio, escludendo anche le cessioni effettuate da contribuenti minimi.

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

Trading online, cos’è e come funziona

La compravendita di strumenti finanziari via Internet è un modo per guadagnare soldi da casa, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.