Home / Psicologia / Single con figli: dove trovare un nuovo compagno?

Single con figli: dove trovare un nuovo compagno?

Trovare un nuovo amore, quando si hanno dei figli e la precedente relazione si è consumata, non è affatto semplice: e questo non perché sentimentalmente non siamo pronti ad affrontare un nuovo rapporto – certo, un periodo di stasi si verifica sempre quando finisce una storia, ma come ogni periodo è anch’esso destinato a terminare e i ricordi dolorosi restano dei ricordi, che come vecchie fotografie andranno via via sempre più sbiadendo nelle nostre menti.

Il vero problema, una volta superata la sofferenza e riacquistato il desiderio di tornare ad amare ed essere amati, è il tempo: i figli, piccoli o grandi che siano, coinvolgono onnicomprensivamente i nostri pensieri, sono la nostra prima preoccupazione al mattino appena alzati e l’ultimo pensiero prima di addormentarci; a loro dedichiamo pressoché ogni minuto che non sia occupato da incombenze lavorative o da impegni strettamente legati all’amministrazione domestica.

Dove trovare il tempo per cominciare una nuova relazione ed anche dove trovare qualcuno disposto a spartirci con i nostri bambini?

Soprattutto se i figli sono piccoli ed hanno bisogno della nostra presenza pressoché costante, i tradizionali locali serali per conoscere nuove persone e fare amicizie ci sono pressoché preclusi. Occorre allora re-inventarsi, costruendosi delle nuove occasioni di socializzazione: se chiedere ai nonni od alla baby-sitter di occuparsi dei nostri bambini fino a notte fonda per andare a divertirci con altre amiche single (ma senza figli!) ci pare quasi ingiurioso, potremmo però approfittare della loro assistenza per frequentare una palestra o per un pre-serale: talvolta anzi in questi contesti più easy diventa più facile iniziare la conversazione anche con dei perfetti sconosciuti e tra una chiacchiera e l’altra scoprire un’affinità, che potrebbe piano piano trasformarsi in qualcosa di più.

Un’altra soluzione per chi non se la sente di uscire di casa per “andare a rimorchiare”, come tenderebbero ad insinuare ex-suocere bigotte, è rappresentata dai siti d’incontri: messi a nanna i bebè, potrete chattare con tanti amici, magari incontrando qualcuno nella vostra stessa condizione, che capisca e accetti le vostre priorità. In un sito d’incontri serio, come quelli che vengono usati non per trovare un partner occasionale ma da chi è alla ricerca di come trovare un fidanzato per relazioni davvero serie o frequentati da persone più mature per trovare qualcuno con cui condividere il resto della loro vita, sarà possibile trovare uomini sensibili alle nostre esigenze, magari scottati da qualche relazione finita male e timorosi di lasciarsi andare nuovamente all’amore.

Attraverso questi canali, potremo cominciare a costruire per gradi un’amicizia virtuale e poi, se lo riterremo opportuno, cominciare a frequentarci, all’inizio in coppia, ma non appena ci sentiremo pronte, facendo partecipe della nostra nuova relazione anche i nostri figli: è importante non escluderli per troppo tempo dal nostro rapporto a due, poiché una sua scoperta casuale potrebbe ferirli e impedire irrimediabilmente l’accettazione di quello che vedrebbero come un usurpatore. Se invece introdurremo il nostro compagno in famiglia e cercheremo di creare delle occasioni di condivisione tra il nostro bambino e il nostro partner, il nostro piccolo sarà più propenso ad accoglierlo serenamente e, una volta chiaritogli che il nostro amore per il nuovo venuto non inciderà minimamente sull’immensità dell’affetto che proviamo esclusivamente per lui, potremo veder arricchita la sua vita  grazie alla presenza partecipe del nostro innamorato.

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

Luci di natale: guida ad un impianto in sicurezza

Con l’arrivo del natale il primo pensiero che abbiamo è quello di addobbare casa nostra …