Home / Politica / La manovra del governo per il pareggio di bilancio punto per punto

La manovra del governo per il pareggio di bilancio punto per punto

In questi giorni se ne sente un gran parlare ma in cosa consiste questa famosa manovra che consentirà all’ italia di pareggiare il proprio bilancio nell’ arco di due anni? E soprattutto su chi graverà?Ora andremo ad analizzare i maggiori punti che sono stati stilati per consentire questo famoso pareggio di bilancio che tutta Europa invoca.
Innanzitutto diciamo che il governopunta ad ottenere in due anni 45 miliardi di euro, 20 nel 2012 e 25 nel 2013. Riassumendo in breve, la manovra consisterebbe nell’ aumentare le tasse agli autonomi, niente più ponti con le feste spostate al lunedì e slitta il tfr per gli statali.

Autonomi:

Verrà aumentata l’ irpef per gli autonomi che hanno un reddito superiore di 55000 euro l’ anno a partire dall’ attuale 41%.

Tredicesime:

Tutti i dipendenti delle amministrazioni pubbliche che non rispetteranno il piano di rientro del debito potrebbero perdere i pagamento della tredicesima mensilità, mentre per quel che riguarda il pagamento del tfr potrebbe slittare di un paio di anni.

Pensioni donne:

Passa dal 2020 al 2016 l’ aumento dell’ età pensionabile per le donne del settore privato a 65 anni.

Province:

Verranno eliminate e fuse con altre   tutte le province con meno di 300000 abitanti e i comuni con meno di 1000 abitanti.

Ponti e feste:

Tutte le feste “non concordatarie” verranno spostate al lunedì con l’ eliminazione dei ponti.

Scontrini:

Dovranno essere comunicate all’ agenzia delle entrate tutte le transazioni con scontrino superiori ai 2500 con inasprimento delle pene per chi non emetterà fattura fiscale o scontrino fino alla sospensione dell’ attività.

Contributo solidarietà:

Verrà applicato anche ai dipendenti privati l’ applicazione del prelievo del 5% del reddito per le persone aventi un reddito pari a 90000 euro per quello che riguarda l’ eccedenza e del 10% per quelli che superano i 150000, sempre per ciò che riguarda l’ eccedenza.

Ministeri:

E’ previsto un taglio di 6 miliardi di euro per il 2012 e 2,5 nel 2013.

 

 

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

referendum costituzionale dicembre 2016 opinioni

Referendum Costituzionale Dicembre 2016 Opinioni: perché è meglio votare per il Sì e perché per il No

Manca poco, ormai, all’importante appuntamento del referendum costituzionale, un’occasione per qualsivoglia tipologia di elettore propenso a …