Home / Cinema e TV / The Wolf of Wall Street

The Wolf of Wall Street

null
Il nuovo capolavoro di Martin Scorzese racconta le vicende di un famoso broker di Wall Street, Jordan Belfort e la sua scalata ai vertici della borsa americana. E’ il 1987 e Jordan Belfort viene assunto come apprendista broker alle dipendenze dell’eccentrico Mark Hannah introducendolo in un mondo in cui ci si arricchisce puntando i soldi degli altri , dove non c’ è ne etica ne morale, dove sesso e denaro contano più degli affetti familiari. Non importa se chi perde è ricco e povero, conta solo massimizzare i profitti personali a spese delle altre persone.

Il giorno della sua assunzione come broker professionista però le cose precipitano, si verifica il così detto lunedì nero, il 19 ottobre 1987 i mercati di tutto il mondo subiscono un improvviso crollo che iniziò da Honk Hong e coinvolgendo tutta l’Europa Occidentale e soprattutto gli Stati Uniti d’America. La conclusione fu il suo immediato licenziamento e Jordan Belfort fu costretto a cercare un nuovo lavoro.

Costretto ad un impiego di call center che si occupa di vendere delle azioni ad un modestissimo prezzo, Belfort grazie alle sue abuilità di venditore iniza la scalata verso il successo che lo renderà ricco e popolare in tutti gli Stati Uniti. Ben presto grazie ai suoi metodi illegali e alla ingenuità degli investitori, riesce a rientrare nei mercati di Wall Street.

Ma ciò che fa da sfondo a questa scalata al potere sono le sue eccentriche feste a base di droga e sesso, che gli costeranno una grave dipendenza da sostanze stupefacenti. Inoltre i suoi metodi, non affatto leciti, verranno presi di mira dall’agenzia dell’ F.B.I. e ciò che prima era una scalata verso i vertici della borsa mondiale diverrà un rovinosa caduta verso il baratro.

La pellicola, ancora nei cinema, ma ben presto disponibile su streaming film, ha ricevuto molti riconoscimenti e premi, come  quattro nomination al premio oscar 2014 come, miglior film, miglior regista (Martin Scorzese), miglior attore protagonista (Leonardo di Caprio), miglior sceneggiatura non originale (Terence Winter) e miglior montaggio (Thelma Schoonmaker).

Tuttavia il film non è stato esente da critiche, poiché rende troppo attraente il mondo di corruzione che dipinge e il protagonista viene quasi assunto da modello da imitare, come se beffarsi dell’ingenuità delle persone sia il modo più semplice per diventare qualcuno nel mondo del lavoro.

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

La Bella e la Bestia

La Bella e la Bestia, data di uscita e trama: online il nuovo trailer del film della Disney con Emma Watson

E’ stato rilasciato nelle ore scorse il nuovo ed ultimo trailer ufficiale de “La Bella …