Home / Abbigliamento e Moda / Storia dei profumi unisex
profumo

Storia dei profumi unisex

Quando si parla della moda degli ultimi tempi, non si può non chiamare in causa una generale tendenza a dare spazio a collezioni che vadano al di là del genere di chi le indossa. Tutto questo è realtà non solo quando si parla di abiti, ma anche quando si guarda al mondo, affascinante oltre modo, dei profumi.

Se, oggi come oggi, sentir parlare di profumi genderless è quotidianità, non è sempre stato così. Ripercorriamo assieme un po’ della storia della profumeria unisex, dagli albori ai giorni nostri, soffermandoci anche su ingredienti e peculiarità dei vari pezzi.

Il primo profumo unisex

Nel momento in cui ci si chiede quale sia stato il primo profumo unisex si tende, quasi sempre, a chiamare in causa una creazione di Calvin Klein della quale parleremo meglio nelle prossime righe. Bene, non è così! Il profumo appena citato è il primo genderless ad aver raggiunto fama mondiale e a essere stato commercializzato su larga scala, ma non il primo a essere stato creato.

Gli storici del profumo tendono a collocare l’inizio dell’approccio unisex nel 1881, anno in cui è stato messo in commercio per la prima volta il numero 4711 della gamma Original Eau de Cologne. Il naso dietro a questa fragranza è il profumiere tedesco Wilhelm Muelhens, fondatore dell’azienda chiamata come il suo cognome.

Il suo nome è legato soprattutto al profumo sopra menzionato non solo perché si tratta della prima fragranza genderless, ma anche perché rappresenta la prima Acqua di Colonia.

Appartenente al gruppo delle fragranze agrumate, il profumo sopra menzionato è caratterizzato da note di testa dominate da limone, bergamotto e arancia. Nelle note di cuore, invece, è possibile trovare lavanda e rosmarino. Per quanto riguarda invece le note di fondo, troviamo il neroli e il petitgrain.

Da CK One alla popolarità della profumeria di nicchia

Da allora ne è passata tantissima di acqua sotto ai ponti e di profumeria genderless si è tornati a parlare negli anni ‘90, con l’arrivo sul mercato di CK One, creazione di Calvin Klein che ha letteralmente rivoluzionato il mondo delle fragranze in un periodo all’insegna dei cambiamenti di costume. In questo caso, abbiamo a che fare con un’apertura all’insegna delle note di mandarino succoso, limone, papaya e bergamotto. Le note di cuore, invece, sono caratterizzate da sentori floreali grazie alla rosa, al gelsomino e al mughetto. Il percorso olfattivo si chiude con note di fondo all’insegna dell’ambra, del musk e del cedro.

Sul musk è bene spendere qualche parola in più. Si tratta, infatti, di un ingrediente che, dagli anni ‘90, si è rivelato decisivo per la profumeria genderless. Diverso dal muschio vegetale, è di origine animale e, per la precisione, è ricavato dalle secrezioni delle ghiandole addominali di un cervo proveniente dall’Asia centrale, oggetto di caccia anche per via degli effetti afrodisiaci della sua linfa.

Oggi come oggi, questo ingrediente – che secondo la tradizione sarebbe stato utilizzato da Giuseppina per conquistare Napoleone Bonaparte – viene sintetizzato in laboratorio.

La popolarità della profumeria di nicchia

Quando si parla della profumeria unisex, non si può non chiamare in causa il mondo della profumeria di nicchia, fragranze che vanno oltre alle logiche di marketing e che e vengono prodotte con procedure artigianali. In questo frangranza, la scelta genderless è legata alla volontà di creare qualcosa in grado di esaltare l’unicità dell’individuo a prescindere dal suo genere.

Come dimostra il caso dei Profumi Memo Paris, al centro dell’attenzione, più che il genere a cui è dedicata la fragranza, c’è l’evocazione di specifici temi e scenari. Nel frangente del brand sopra citato, si parla del viaggio e della magia di panorami esotici capaci di regalare ispirazione tra momenti di creatività e voglia di vivere un’esperienza che rimane nel cuore.

Chi Siamo Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim'ora dal mondo dell'intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Leggi Anche

Borsa da sera, come scegliere quella giusta

La scelta della bag o pochette da sera è molto importante, in quanto la borsa …