Home / Computer / Post virale, tutti i segreti di Google!

Post virale, tutti i segreti di Google!

Qualche giorno fa ho scritto un articolo sul futuro del SEO, applicato al nuovo tasto google +1 che ha raggiunto un buon numero di visitatori, con molti “retweets” e “Mi piace” in un solo giorno. Sicuramente è poco per poterlo definire un “Post virale” pero nel piccolo della nostra realtà è un grandissimo risultato.

Ma quali sono allora i motivi del successo di un post virale?

  1. Trova un testo accattivante, che riesca a catturare l’attenzione del lettore ed incuriosire l’utente finale, che si lasci approfondire, una cosa come “svelati i trucchi del posizionamento di Google!” oppure “Tutti i segreti del posizionamento su Google“. Titoli come questi dicomo molto ma non dicono niente, percio portano il lettore ad approfondire cliccando sul link e leggendo la pagina wweb.
  2. Crea un immagine che catturi l’attenzione del lettore. Adattissime sono le immagini di giovani attraenti oppure qualche cosa di simpatico che susciti, in primis, un esperienza positiva sul lettore. Per questo ho inserito un immagine di due ragazze sexy, per attirare l’atenzione. I colori sono un bell effetto cromatico, questo è utilissimo sopratutto su Facebook in quanto il post, condiviso su facebook, automaticamente riporta l’immagine, e facebook è uno dei milgiori strumenti virali esistenti oggi.

 

  1. Introduci l’articolo in maniera divertente: una volta che hai ottenuto l’attenzione del lettore devi far di tuto per non perderla, per indirizzarlo ad altre pagine web utili. In questo caso ad esempio sarebbe opportuno visualizzare altre istruzioni sul posizionamento al link del nuovo corso per SEO che si terra a fine anno oppure scaricare la lista dei blog dofollow su cui fare ottimi lavori di posizionamento.Insomma, è necessario cercare di portare il lettore verso pagine in cui si riesca a monetizzare oppure a coinvolgere ancora maggiormente il lettore per farne un possibile lettore fisso.
  2. Trattare di un argomento attuale: In questo caso stiamo parlando proprio del famosissimo tasto aggiuntivo “Google +1” Che permettera di posizionare il proprio sito web facilmente, se usato bene. Potete provare il tasto +1 cliccando sull’icona posta in alto ed in basso a questo post.
  3. Fornire al lettore gli strumenti sociali che servono alla condivisione, ed inviatare a provarli, molti di questi lo faranno per simpatia, anche se gia ne conoscono il funzionamento mentre incece sono pochi i lettori che senza uno di questi strumenti andranno su facebook a indicare che la pagina gli piace o cliccheranno su Google +1.

Che ne pensi? Aggiungeresti qualche altro consiglio?

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

Volante PS4: come sentirsi dei veri e propri piloti

Tra gli accessori esterni alla Playstation 4 ci sono controller, visori e tanto altro ancora …