Home / Politica / Maurizio Lupi: le dimissioni
Maurizio Lupi_dimissioni

Maurizio Lupi: le dimissioni

Il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi, come annunciato ieri a ‘Porta a Porta’, conferma in Aula le sue dimissioni.  Per la successione tra le ipotesi vi è il presidente della commissione anticorruzione Raffaele Cantone. Lupi parla in un’aula semi vuota: è  stato duro il Movimento Cinque Stelle e la lega non ha partecipato per protesta per il passo indietro già annunciato in tv.

Maurizio Lupi_dimissioni

Lupi si auto difende e dice: “Non chiedo garantismo per il fatto che non mi hanno rivolto alcuna accusa. Dopo due anni di indagini i pm non hanno ravvisato nulla nella mia condotta da perseguire”. La mia difesa della Struttura di missione del Ministero “non era una difesa acritica dello status quo”. “Per due volte – ha continuato – sono stato vice presidente di questa Aula, e questo è il luogo dove compiere il gesto che mi accingo a fare. Il Parlamento è il luogo del consenso della sovranità del popolo, il luogo del potere, da qui emana la fiducia per il mio Ministero, è il luogo della responsabilità ed è mio dovere rendere conto dell’esercizio del potere a me affidato. Quindi sono pronto a rispondere di ciò che ho fatto in questi 22 mesi da quando ho giurato prima volta da ministro”. “E’ evidente a tutti, quanto sia inverosimile che un amico di famiglia da 40 anni abbia potuto accreditarsi a me regalandomi un vestito”. L’orologio che i Perotti hanno regalato a suo figlio – ribadisce – non lo avrebbe accettato: “Non gli ho chiesto di sostituirlo, se questo è il mio errore lo ammetto”, ha detto in Aula.

Maurizio Lupi_camera

Continua il suo discorso dicendo: “Lascio il Governo a testa alta, guardandovi negli occhi”, ha detto Lupi. “Vi auguro, cari deputati, in questi giorni di demagogia a brandelli di non trovarvi mai dentro bolle mediatiche difficili da scoppiare e di non aver mai qualcuno che entri nella vostra famiglia e intimità”. “Vi auguro che nessuno tiri in ballo la vostra famiglia – ha aggiunto in Aula mentre i deputati applaudivano – Molti mi hanno dimostrato amicizia, sarò ingenuo ma per me i rapporti personali sono importanti”. “Per stringere amicizia su Facebook basta premere un tasto, farlo nella vita è più difficile, ma più bello e nessuna intercettazione” decontestualizzata “può togliermi ciò che per me vale più di tutto”. “Vedo il lato politico di questa difficile vicenda. Molte persone mi hanno dimostrato amicizia. E per me più importante di tante cose. Sarò anche un comprimario come ho letto sui giornali, ma la cosa cui tengo di più nella mia vita sono i rapporti umani personali”.

Maurizio Lupi ha terminato il suo discorso in Aula accolto da applausi di Nuovo Centro Destra e Partito Democratico.

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

referendum costituzionale dicembre 2016 opinioni

Referendum Costituzionale Dicembre 2016 Opinioni: perché è meglio votare per il Sì e perché per il No

Manca poco, ormai, all’importante appuntamento del referendum costituzionale, un’occasione per qualsivoglia tipologia di elettore propenso a …