Home / Economia, Finanza e Forex / La pianificazione finanziaria: come funziona

La pianificazione finanziaria: come funziona

La pianificazione finanziaria è il processo di medio/lungo termine che serve per poter gestire più saggiamente le nostre finanze, che ci permette di poter raggiungere i nostri obiettivi e poter realizzare i nostri sogni e, contemporaneamente,  poter affrontare gli ostacoli finanziari che possono insorgere in ogni fase della vita.

Particolare menzione spetta alla consulenza finanziaria livorno.

Ma come funziona?

La prima fase è stabilire quali sono gli obiettivi.

Come primo passo è necessario identificare i nostri bisogni, ovviamente inclusi quelli della nostra famiglia.

Sono anche importanti la nostra storia e le nostre credenze così come le nostre preferenze.

Il secondo passo è fissare l’orizzonte temporale

Il periodo di tempo entro il quale si può dopo aver rinunciato anche in parte ad una certa disponibilità finanziaria, è possibile di ottenere un rendimento dell’investimento perfettamente  in linea con gli obiettivi prefissati.

Ciò può essere breve, medio o lungo ed è determinato anche dalle nostre situazioni oggettive quali obiettivi ed età.

La possibilità di poter individuare la propensione al rischio.

La propensione al rischio è la massima disponibilità per cui si possono sopportare le oscillazioni dei mercati proprio nel caso in cui durante la vita dell’investimento non siano prodotti tutti i risultati sperati.

Avere una netta e chiara individuazione al rischio consente di potere scegliere in modo consapevole provando a prevenire le decisioni che sono avventate e che portano poi a modificare il portafoglio nei momenti di panico.

Possibilità di poter raccogliere i dati finanziati e poter analizzare la situazione finanziaria attuale.

Proprio in questa fase è necessario analizzare le scelte che sono state fatte per poter meglio scegliere in modo compiuto ed esatto la migliore situazione finanziaria.

Quali sono i punti di forza e le aree di miglioramento finanziario?

Com’è il nostro”cash flow”?

Possiamo risparmiare abbastanza?

Qual è il nostro patrimonio?

Com’è investito in questo momento?

Abbiamo il giusto asset allocation, la giusta diversificazione per la nostra tolleranza del rischio?

Quali lacune si possono colmare?

Si passa poi a sviluppare un piano finanziario personalizzato

Si devono identificare i nostri obiettivi, i nostri orizzonti temporali e la nostra propensione al rischio, viene pertanto predisposto un piano che possa riflettere la nostra personalità unica e delineare le strategie per poter realizzare i nostri obiettivi

E’ possibile determinare l’asset allocation più giusta e poi si possono selezionare le soluzioni finanziarie più efficaci.

L’asset allocation, ovvero la messa in pratica del piano, consta proprio nella possibile traduzione in chiave economica del profilo di investitore.

Le strategie possono anche includere la pianificazione pensionistica, il controllo del rischio, il finanziamento del l’istruzione dei figli, la pianificazione degli investimenti immobiliari, la gestione dei flussi di risparmio, la pianificazione fiscale e successoria e così via.

Andando più in dettaglio, ogni obiettivo, ogni orizzonte temporale ha la propria asset allocation e soluzioni specifiche, dato il fatto che ogni diversa situazione deve essere approcciata nel modo più ideale e corretto.

Le esigenze di tutela del patrimonio a breve termine devono essere completamente soddisfatte in modo diverso proprio rispetto a quelle della possibile costituzione di un capitale per l’educazione dei figli nei prossimi 15 anni.

 

bitcoin
bitcoin

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

prestiti

Quali saranno i prestiti più richiesti del 2020?

Contrarre un prestito, sino a qualche anno fa, veniva vista come l’ultima ancora di salvezza …