Home / Lavoro / Centri per l’impiego: cosa sono e a cosa servono

Centri per l’impiego: cosa sono e a cosa servono

Una volta si chiamavano “Uffici di collocamento” e costituivano la risorsa preferenziale per quanti erano alla ricerca di un nuovo lavoro. Oggi i Centri per l’impiego (CPI) , diffusi capillarmente sul territorio italiano, continuano a rappresentare un’importante opportunità per gli inoccupati e costituiscono uno step imprescindibile per quanti vogliono usufruire dei sussidi disoccupazionali, ma con l’avvento della rete e la massiccia diffusione di agenzie iterinali online la loro funzione esclusiva di raccordo tra le offerte e le domande di lavoro è venuta in parte a scemare, essendo più facile trovare direttamente su internet interessanti notizie offerte lavoro. Resta che l’iscrizione ad un Centro per l’impiego continua a costituire un’importante risorsa da non sottovalutare, anche per quanti sono alla prima esperienza lavorativa. Cerchiamo allora di fare chiarezza su cosa sono i Centri per l’impiego e quali funzioni svolgono.

Cos’è il Centro per l’impiego

Il Centro per l’impiego è l’Ufficio pubblico, attraverso il quale le Province gestiscono il mercato lavorativo di loro pertinenza. Il Centro per l’impiego ha sostituito l’Ufficio di collocamento in base al Decreto Legge 469/97, preceduto dalla cosiddetta legge Bassanini.

Quali servizi offre il Centro per l’impiego

Il Centro per l’impiego promuove l’incontro tra le offerte di lavoro da parte di aziende pubbliche e private e gli aspiranti lavoratori, mettendo in contatto le richieste degli uni e degli altri; a sua volta può erogare alcune offerte lavorative afferenti alle proprie mansioni e quindi con assunzione nella pubblica amministrazione a livello regionale. Tra gli altri compiti del Centro per l’impiego rientrano l’orientamento e la consulenza per quanti risiedono nel territorio di competenza e necessitano di informazioni sul settore del lavoro; il sostegno per il collocamento di inoccupati e disoccupati ai fini del loro inserimento nel mondo lavorativo. Infine, attiva iniziative a favore di lavoratori disabili e volte ad incrementare l’occupazione femminile e si occupa dell’inserimento nelle cosiddette “liste di collocamento” di quei lavoratori licenziati o sospesi dal lavoro, che intendono richiedere i sussidi di disoccupazione: l’iscrizione al Centro per l’impiego è un requisito indispensabile per poter presentare la domanda!

Chi può accedere ai servizi offerti dal Centro per l’impiego

Possono usufruire dei servizi proposti dal Centro per l’impiego tutti gli aspiranti lavoratori o anche quegli occupati, che desiderino cambiare impiego, che abbiano la residenza nel territorio di competenza del Centro per l’impiego prescelto ossia nella provincia ove è ubicato l’ufficio, cui ci si rivolge. Il Centro per l’impiego si rivolge sia a lavoratori alla prima esperienza che a disoccupati, a lavoratori di entrambi i sessi e di ogni nazionalità purché in possesso dei requisiti per lavorare nel territorio italiano, come anche ai lavoratori con handicap fisici o distinti gradi di inabilità al lavoro, che possono accedere agli impieghi riservati alle categorie protette.

Come trovare il Centro per l’impiego più vicino

Trovare il Centro per l’impiego più vicino alla propria residenza è semplice: basta entrare nel sito ufficiale centroimpiego.it e inserire i dati relativi alla propria regione, la provincia e il comune in cui si abita. In pochi istanti vedrete comparire nel dettaglio tutte le informazioni relative agli uffici più vicini, con indicati gli indirizzi, i recapiti e le diverse tipologie di servizi erogate da ciascuno. Attenzione: dovete sempre rivolgervi al Centro per l’impiego della Provincia, presso la quale avete la vostra residenza; se quindi siete a Milano per completare gli studi, ma la vostra residenza è registrata a Forlì, dovete iscrivervi al Centro per l’impiego di Forlì (o richiedere il trasferimento della residenza a Milano, se desiderate iscrivervi all’ufficio di questa città).

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

Alternanza scuola-lavoro, i motivi della protesta degli studenti

Nei giorni scorsi, contro la cosiddetta alternanza scuola-lavoro, c’è stata la protesta degli studenti che …