Troppi spot in Tv per i Casino Online

Prima ancora della definitiva Legge di Stabilità 2016, si è parlato a lungo della pubblicità sul gioco e sui casino online. Va bene, fa male, è necessaria, è negativa… di tutto e di più. La decisioni delle “menti della Stabilità”, l’ha limitata senza eliminarla, come era stato richiesto da più parti, ed ha preso la solita decisione “salomonica” cercando di accontentare un po’ tutti, o forse nessuno. In virtù di questo, od in conseguenza di ciò, il deputato M5S Matteo Bandero, critica le disposizioni contenute nella Stabilità relativamente alla pubblicità del gioco con vincita in danaro.

Sembrerebbe che dopo le h 22 in TV si susseguano, ininterrottamente, spot sul gioco d’azzardo! Spot anche suggestivi supportati da sponsor campioni dello sport che “prestano la loro immagine” al gioco. Il deputato, nel suo messaggio su Facebook, se la prende maggiormente con uno spot in particolare destinato ad un casinò online “che gioca sui bassi istinti maschili”. In realtà, il divieto parziale di pubblicità dalle 7-22 è una “strana coperta troppo corta”, non è stata certamente una conquista proposta con la Stabilità, ma sembrerebbe un’ulteriore presa in giro per chi vuole tutelare i minori e sembrerebbe una decisione “per accontentare” le associazioni e per dare una sorta di “contentino” alla maggioranza politica per attivarsi ancora sui territori a significare che “loro vogliono contrastare davvero il gioco d’azzardo”.

In ogni caso i risultati non sono certamente utili per la salvaguardia della salute, anzi forse gli spot sono maggiori e pure più concentrati. Si potrebbe dire… bella idea quella della Stabilità, non c’è che dire!

Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim'ora dal mondo dell'intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *