Home / Economia, Finanza e Forex / Trading online, cos’è e come funziona

Trading online, cos’è e come funziona

La compravendita di strumenti finanziari via Internet è un modo per guadagnare soldi da casa, ma non è certo esente da rischi e il primo mese, statisticamente, è quello più critico per il trader in erba: ecco cosa serve e come iniziare al meglio l’attività di trading online.

I primi passi del trader online

Esso è uno dei modi più utilizzati per guadagnare soldi da casa. Fare trading online significa eseguire la compravendita di strumenti finanziari via Internet e non richiede particolari investimenti e può fruttare una bella somma ogni mese. Certo, un po’ di dimestichezza con il settore ci vuole, ma non è necessaria una laurea in economia e commercio: bastano un pc, una connessione al web e un aggiornamento continuo. Vediamo che cos’è il trading online, come funziona e come può garantire un guadagno senza correre troppi rischi.

Che cos’è il trading online

Come appena anticipato, il trading online consiste nella compravendita di strumenti finanziari via Internet. Significa che il trader, cioè l’investitore, chi esegue questa compravendita, può acquistare azioni, obbligazioni, titoli di Stato, futures o altri strumenti e rimetterli sul mercato in tempi brevissimi, guadagnando sulla differenza tra valore di acquisto e valore di vendita. All’apparenza sembra veramente semplice, ma quando ci si trova davanti a schemi, numeri e grafici, chi è alle prime armi non si sente molto sicuro. L’attività è regolamentata dalla Consob in Italia, una associazione diventata organismo di controllo anche delal Borsa Valori e le regole sono notificate nel Testo Unico dei Mercati Finanziari.

Si tratta di un servizio fornito da società finanziarie autorizzate, denominati broker online, allo scopo di mettere a disposizione di clienti privati una piattaforma digitale per visualizzare le società quotate nei principali mercati finanziari del mondo, acquistarli e rivenderli in pochissimo tempo. Su ogni ordine di acquisto andrà pagata una commissione al broker, cioè all’intermediario, ma l’attività, se atta con criterio e intelligenza, permette di integrare uno stipendio già esistente (il cosiddetto “arrotondare”) e far diventare l’attività la professione principale. E’ importante però calcolare ogni rischio e valutare le disponibilità economiche per acquistare titoli da rivendere. Chi è intenzionato a fare i primi passi o è solo curioso, può seguire corsi e guide gratuite sul Trading online per imparare le tecniche migliori e imparare ad elaborare la propria strategia.

Come funziona il trading online

Per avviare un’attività di trading online bisogna decidere su quali settori puntare, su quello borsistico o su quello delle opzioni binarie. Per fare trading online sulla Borsa Italiana o su quelle internazionali, occorre procurarsi un broker che metta a disposizione una piattaforma digitale. Questo strumento consentirà di trovare centinaia di asset quotati nelle principali piazze di affari di tutto il mondo. Avviata la piattaforma, sarà possibile investire sulle principali quotazioni di Piazza Affari o di Wall Street, insomma sui più importanti indici internazionali. Diverso il discorso del trading sulle opzioni binarie, forse le più utilizzate dagli esperti, perché consentono un guadagno sia quando si perde o quando si “vince”.  Gli elementi per calcolare il profitto sono il guadagno medio per opzioni binarie, ovvero il ricavo medio offerto dall’intermediario; la perdita media, ovvero il guadagno pari a zero; e la percentuale di probabilità a favore di una strategia, strettamente legata alla tattica scelta dal trader.

Chi Siamo Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim'ora dal mondo dell'intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Leggi Anche

Prestiti Senza Busta Paga: Oggi si possono richiedere online?

Sono sempre più richiesti i prestiti senza busta paga, e sempre più finanziarie creano servizi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *