Locabiotal, Spray nasale pericoloso ritirato dall’AIFA

Il Locabiotal ,uno spray nasale per patologie e infezioni usato dalla popolazione italiana viene ritirato in queste ore dal mercato a causa di possibili reazioni allergiche molto gravi. La vendita dello spray per il trattamento di sinusiti, riniti, tonsilliti e rinofaringiti e altre patologie del tratto respiratorio è stata interdetta sul territorio del Bel Paese dall’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco e in Europa dal Comitato preposto.

Il Locabiotal è un comune farmaco in uso per il trattamento di patologie e infezioni delle vie aeree superiori disponibile in flacone da 15 ml per via orale e nasale in dosaggio da 50 mg / 5 ml.  Il medicinale era prescritto in caso di infiammazioni e patologie del tratto respiratorio come sinusiti, riniti, rinofaringiti e tonsilliti per esempio.

Il medicinale è stato prescritto fino a pochi giorni fa in quanto non considerato pericoloso dal personale medico. Nonostante il medicinale fosse tenuto sotto controllo a causa di numerose segnalazioni di reazioni allergiche non segnalate i medici hanno continuato a prescriverlo per le patologie indicate come sinusiti e riniti essendo un antibiotico e antinfiammatorio. Si invita per tanto i soggetti in trattamento con questo farmaco a sospenderne l’uso onde evitare di incorrere in possibili ulteriori problemi di salute.

A quanto pare, invece, lo spray nasale può causare gravi reazioni allergiche nel paziente che possono insorgere improvvisamente tra l’altro senza che siano segnalate come dovuto sul foglietto informativo allegato al mediciale. L’osservazione del farmaco e del suo principio attivo è avvenuta in questi mesi ad opera degli organi competenti che sono giunti alla decisione del ritiro dagli scaffali del medicinale, notizia giunta in queste ultime ore al pubblico e al personale medico.

Il farmaco Locabiotal, dopo una valutazione del Gruppo di Coordinamento per le procedure di mutuo riconoscimento e decentrate per i medicinale ad uso umano è risultato non indoneo alla vendita e di conseguenza ne è stato indetto il ritiro e vietata la vendita su tutto il territorio europeo e quindi anche su quello italiano con comunicazione dell’Aifa.

La decisione è giunta in seguito alla valutazione dell’efficienza ed efficacia della fusafungina che ha portato all’interdizione a livello internazionale non avendo una caratteristica curativa così forte da controbilanciare i rischi possibili. L’Aifa mette in evidenza il fatto che la fusafungina non ha effetti benefici conclamati e in caso di impiego di questa sostanza per infezioni di poco rilievo come possono essere riniti, sinusiti e simili i benefici non possono considerarsi maggiori dei rischi di reazione allergica grave che si corrono inalandola. Per tanto il prodotto Locabiotal a base di fusafungina non è ritenuto più idoneo e viene ritirato dal mercato.

Il Locabiotal era l’unico farmaco contenente fusafungina che fosse stato autorizzato in Italia, ora è stato disposto il ritiro di tutti i prodotti. Si invita dunque tutti i cittadini a controllare l’interno del proprio armadietto dei medicinali e di provvedere all’eliminazione di questo farmaco in questo dosaggio se presente e di provvedere a farsi prescrivere un altro tipo di medicinale per la patologia in essere dal proprio medio curante, segnalando eventuali effetti collaterali rilevati durante l’uso.

Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim'ora dal mondo dell'intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *