Sondaggi Referendum Costituzionale 23 Novembre 2016: ultime rilevazioni prima del “silenzio”, pronostici vittoria Sì e No

La chiamata al voto del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre è stata preceduta, come ogni iniziativa del genere, da una rilevazione statistica di una certa consistenza tesa ad individuare le preferenze dell’elettorato per il o per il No. I sondaggi in tal senso, quindi, forniscono una quadro di riferimento la cui chiave di lettura passa attraverso l’analisi di valutazioni soggettive, e di manovre di convincimento da parte degli schieramenti politici, finalizzate al raggiungimento di un risultato piuttosto che un altro. Ad oggi, 23 novembre 2016, appare perciò evidente il grado di incertezza del tutto nonostante alcune punte percentuali particolarmente significative.

Sondaggi Referendum Costituzionale, ultime rilevazioni prima del “silenzio”: duello tra Nord e Sud

Il “silenzio” dello scorso 19 novembre, imposto dall’ordinamento italiano per evitare input propagandistici spiccatamente marcati a pochi giorni dal voto, ha posto il sipario su un conteggio percentuale alquanto incisivo in grado di accentuare il duello tra Nord e Sud per il e per il No. Le ultime rilevazioni in ordine di tempo, quindi, sono state capaci di fornire un altisonante 55% per il No grazie ai consensi del Sud Italia e della zona Nord-Est; lo “zoccolo duro” del Sì, invece, è situato nella parte nord-ovest dello stivale dove, per quanto in svantaggio, il 48% delle preferenze lascia ben sperare ad un’attuazione radicale delle riforme fortemente volute dal Governo Renzi. Grande incertezza anche al Centro, con uno scontro all’ultimo consenso sul filo della parità percentuale che si protrarrà, in un modo o nell’altro, fino al 4 dicembre 2016. Riguardo alle scelte del popolo votante circa la presenza in TV, o meno, di determinati rappresentanti della classe politica nazionale, il fronte del Sì e del No preferirebbero vedere un acceso confronto tra Matteo Renzi e Matteo Salvini; la graduatoria statistica Ipsos, poi, prosegue indicando un Renzi vs Di Maio (27%) e un Renzi vs Berlusconi (18%): risultati abbastanza chiari sugli effetti, e la presa, di una specifica comunicazione politica verso l’elettorato tricolore.

Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, pronostici vittoria Sì e No: Renzi in leggero recupero

I pronostici relativi all’esito del prossimo referendum costituzionale vedono il No in leggero vantaggio sul Sì grazie ad un 52% dei potenziali consensi raccolti durante le recenti indagini statistiche pre-elettorali. Tuttavia, da qualche settimana a questa parte, il fronte del Sì, capitanato ovviamente dall’attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi, appare in decisa risalita e pronto a dar battaglia fino alla fine. Insomma, un recupero prevedibile che non farà altro che aumentare il grado di incertezza generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *