Sergio Mattarella: “Proseguiamo la battaglia di Falcone”

23 anni dopo la strage di Capaci, l’Italia ricorda Giovanni Falcone. Più di quarantamila ragazzi sono a Palermo, alcuni provengono anche da Stati Uniti d’America, da Vietnam e da diversi paesi europei.

falcone

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione del XXIII anniversario delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio, è intervenuto dicendo: “I nomi, i volti, gli esempi di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino sono indissolubilmente legati dal comune impegno e dai valori che hanno testimoniato e dalla coraggiosa battaglia, per legalità e democrazia, che hanno combattuto, affidando a tutti noi il compito di proseguirla. Le immagini dell’attentato di Capaci resteranno per sempre impresse nei nostri occhi, come nel primo momento, così come quelle, altrettanto sconvolgenti, di via D’Amelio. Noi siamo qui, anzitutto, per dire che la mafia può essere sconfitta. Siamo qui per rinnovare una promessa: batteremo la mafia, la elimineremo dal corpo sociale perché è incompatibile con la libertà e l’umana convivenza.”

 

Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim'ora dal mondo dell'intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *