Mutui On Line novembre-dicembre 2016: tassi e possibilità di trattamenti agevolati

Riuscire ad avere una propria residenza domestica, in cui crescere e dare un futuro a qualsivoglia tipologia di aspirazione, resta ancora uno dei principali obiettivi di moltissime persone, singoli o nuclei familiari che siano. L’attuale formula dei mutui on line, scolpita da una serie di riforme votate al risparmio e alla massima flessibilità possibile, garantisce di sondare il mercato con maggiore serenità, vista e considerata la presenza di numerose compagnie bancarie e creditizie che, a poco a poco, hanno diversificato i loro prodotti senza perdere d’occhio le criticità economico-finanziarie del momento. Detto ciò, occorre fare una veloce rassegna di quelle che sono le opportunità in tal senso per il bimestre novembre-dicembre 2016.

Mutui On Line novembre-dicembre 2016, tassi fissi e variabili per la prima casa

I mutui on line per chi non è ancora proprietario viene denominato mutuo prima casa: mediante questa soluzione, infatti, si può accedere ad un finanziamento che consentirà, in futuro, di rilevare definitivamente l’immobile prescelto. Le banche provvedono ad offrire fino all’80% del valore dell’immobile acquistato a fronte si una serie di garanzie e di interessi che mettono al riparo sia l’ente erogatore che il beneficiario finale; ad ogni modo, ci sono vari tassi su cui poter fare affidamento, fra cui quelli fissi e quelli variabili. I primi rappresentano l’opzione più sicura, poiché un importo costante nel tempo riduce di parecchio ogni eventuale rischio finanziario; i secondi, invece, conducono il cliente verso un risparmio immediato che, però, resta soggetto alle fluttuazioni dei tassi e, di conseguenza, a un potenziale aumento della rata. A tal proposito, bisogna porre l’accento sulle proposte più interessanti del bimestre novembre-dicembre 2016: Intesa Sanpaolo offre un mutuo fisso con una rata mensile di 565,65 euro, Tan all’1,90% e Taeg al 2,08%, mentre Hello Bank assicura un piano di rimborso fisso con rate mensili da 572,20 euro, Tan al 2% e Taeg al 2,11%. Per quanto riguarda i mutui “variabili”, IW Bank mette a disposizione della sua clientela di riferimento una formula con le seguenti caratteristiche: rata mensile da 524,20 euro, Tan all’1,25%, Taeg all’1,27%, nessuna spesa di perizia e spread decrescente.

Finanziamenti per gli immobili, possibilità di trattamenti fiscali agevolati

Va, comunque, ricordato che, sebbene si tratti di finanziamenti per gli immobili da destinare come prima casa, è possibile usufruire di alcuni trattamenti fiscali agevolati: si può, infatti, scaricare dalla dichiarazione dei redditi parte delle spese passive del mutuo – detrazione del 19% su interessi sul debito, costi accessori legati alla stipula del mutuo con l’istituto bancario, commissioni pagate alla banca per l’intermediazione svolta o altro – e pagare una tassa sostitutiva all’importo pari allo 0,25%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *