Home / Attualità Mondo / L’Isis continua ad avanzare

L’Isis continua ad avanzare

Nuova minaccia da parte dell’Isis. Dopo l’uccisione dei 21 copti egiziani, l’Isis continua la sua avanzata verso l’Europa.

Questa volta ad essere stato oggetto di una vera e propria strage è stato l’Iraq. Nella citta di Al-Baghdadi, una delle poche città che fino a pochi giorni fa era riuscita a resistere ai vari attacchi senza cadere nelle mani di questi terroristi, 45 persone sono state arse vive, così come accaduto solo poco tempo fa al giovane pilota rapito e brutalmente ucciso. Tra queste persone c’era anche un gruppo di 27 poliziotti di Baghdadi il cui corpo è stato gettato nell’Eufrate.

Ma non è solo questa notizia ad allarmare ancora di più gli animi delle persone. Una richiesta d’aiuto, infatti, è giunta oggi anche dalla Tunisia, la quale ha espresso la sua preoccupazione riguardo l’avanzata dell’Isis verso i propri confini.
L’obiettivo dei jiadisti sarebbe quello di creare caos in Libia, per poi sfruttare la Tunisia per infiltrarsi sui barconi degli immigrati e raggiungere così il Mediterraneo.
Una minaccia da non sottovalutare, quella dell’Isis, e da tenere in opportuna considerazione, in quanto se mai dovesse realizzarsi nel prossimo futuro, non ci vorrà molto prima che questi terroristi raggiungano anche l’Italia.

Nel frattempo, la Tunisia ha già provveduto aIsis fighters, pictured on a militant website verified by AP. stabilire delle postazioni del proprio esercito lungo il proprio confine, così da potersi “difendere da eventuali minacce e impedire ogni tentativo di infiltrazione da parte dei terrroristi” così come dichiarato dal portavoce del ministero della Difesa della Tunisia, Belhassen Oueslati. Ciò, però, non è stato sufficiente a fermare i jihadisti i quali nella notte scorsa hanno attaccato e ucciso quattro poliziotti tunisini proprio molto vicino al confine.

 

Fonte: repubblica.it

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

Violenze Capodanno a Colonia. Merkel, ora si cambia e niente asilo ai colpevoli

Violenze Capodanno a Colonia. Merkel, ora si cambia e niente asilo ai colpevoli

Un Capodanno passato con problemi a Colonia, massa di immigrati richiedenti asilo hanno aggredito più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *