Home / Ambiente e Architettura / Innovazione In-store, dal visual merchandising alla decorazione delle pareti

Innovazione In-store, dal visual merchandising alla decorazione delle pareti

Qual è il più bel negozio d’Italia? Ebbene, la risposta in merito è arrivata di recente dalla Federmobili che ha proclamato il negozio più bello ed innovativo che si trova a L’Aquila. Il negozio si è in particolare aggiudicato ‘Innovazione In-store’, un contest/concorso che è stato bandito dalla Federmobili per celebrare il proprio 50esimo anniversario. Studio Design, questo il nome del negozio vincitore, ha avuto la meglio su tutti gli altri che hanno partecipato sia in fase di selezione, sia tra un totale di dodici finalisti.

Spesso non è semplice, per quel che riguarda l’arredamento dei negozi, affidarsi ad esempio ai canali di vendita manichini online e altro materiale in modo tale da rispondere pienamente a quelle che sono le esigenze dei clienti, ma con passione e fatica è possibile mettere a punto una progettazione integrale che poi risulterà premiante in termini di vendite. In genere le migliori soluzioni di arredamento negozi si ottengono quando il titolare tiene così tanto al proprio punto vendita che lo cura come se si trattasse della casa dove vivere, in altre parole come uno spazio da amare senza alcun compromesso.

D’altronde l’arredamento di un negozio è fondamentale al fine di ottenere i ricavi minimi prefissati altrimenti accade spesso che tanti, troppi clienti entrano ma poi escono senza acquistare nulla. In questo caso è altamente probabile, ad esempio, che c’è qualcosa che non va non solo nella parte estetica del punto vendita, ma anche nella disposizione delle attrezzature e degli arredi. La scelta degli arredi per il negozio può iniziare anche online come per esempio da un sito di esperti del settore come spettacolo.com/shop .  Il titolare del negozio farebbe bene ad affidarsi ad un esperto di visual merchandising che sarà in grado di ricreare all’interno del negozio l’immagine giusta per vendere, dall’uso appropriato dei colori agli stili e passando per le immagini.

L’obiettivo, nell’arredare un negozio, è infatti quello di fare in modo che i prodotti si auto-vendano, e per questo è necessario curare molti aspetti a partire dall’illuminazione, che ha la sua importanza, e passando per la disposizione delle attrezzature in modo pensato, per l’adozione di stili di arredamento ben precisi, e per la scelta dei colori giusti senza mai dimenticare le decorazioni per le pareti che permettono di entrare subito in empatia con il cliente.

Ci sono inoltre studi di settore con cui si afferma che anche la presenza di musica in sottofondo, all’interno dei locali, può contribuire a far aumentare le vendite. In tal caso si tratta di andare a creare nel negozio la propria radio in-store selezionando i brani più azzeccati. Al riguardo si ricorda che, per la diffusione di musica di sottofondo nei negozi, ma anche nei grandi centri commerciali, attualmente occorre sottoscrivere un accordo con la Siae per il rilascio di apposita licenza.

Nel momento in cui l’esercente si è messo in regola, può riprodurre e diffondere musica nel negozio con device quali il televisore, la radio ed i lettori CD. Le tariffe, e le condizioni generali per il permesso musica d’ambiente, sono consultabili direttamente dal sito Internet della Società Italiana degli Autori ed Editori.

Chi Siamo Redazione

Redazione che fornisce agli utenti notizie ultim’ora dal mondo dell’intrattenimento ed economia , appassionati di musica

Leggi Anche

Scossa di terremoto in Toscana, le persone vogliono case più sicure

La sicurezza degli edifici è un problema molto attuale, tanto che ogni volta che si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *