Influenza Intestinale Inverno 2016-2017: quali sono i sintomi e le cure naturali

L’arrivo, ormai imminente, del periodo invernale 2016-2017 porta con sé le abituali indisposizioni psico-fisiche stagionali che colpiscono, in un modo o nell’altro, qualunque tipologia di persona, dalla più grande alla più piccola. Fra i molteplici malanni riscontrabili durante i mesi più freddi dell’anno, non può non essere citato quello legato all’influenza intestinale, un disturbo dell’organismo particolarmente infido, per via della sua natura multiforme – in termini di sintomi e di durata -, capace di complicare il corretto svolgimento delle attività, primarie e professionali, che caratterizzano una giornata tipo. Fortunatamente, la corsa ai ripari in tal senso sta producendo innumerevoli rimedi naturali abilissimi nel pregiudicarla sul nascere o nel debellarla in corso d’opera, e l’economicità piuttosto diffusa di quest’ultimi ritrovati contribuisce notevolmente all’esaltazione dell’integrità fisica di massa.

Influenza Intestinale, i principali sintomi del virus: mal di stomaco e vomito

Inverno 2016-2017 e influenza intestinale andranno, quindi, a braccetto, e i principali sintomi che ne palesano la sua incisività riguardano, essenzialmente, il mal di stomaco e il vomito. Le fitte al basso ventre, accompagnate spesso e volentieri da una febbre alta, debilitano il corpo ostacolando tutto ciò che un fisico in perfetta salute riesce a fare, inclusa l’evacuazione corporale. La dissenteria accresce il novero delle avvisaglie appena elencate, e talvolta occorre aspettare qualche giorno prima che la situazione si normalizzi; durante questo periodo, è consigliabile prendere medicinali anti-influenza prescritti dal medico, o ricorrere a qualche stratagemma fatto in casa ma altamente efficace in termini curativi. Insomma, uno specchio abbastanza ampio di soluzioni per ritrovare il proprio equilibrio.

Cure naturali, le soluzioni consigliate per l’Inverno 2016-2017

Se i medicinali e rimedi “della nonna” non sono abbastanza utili alla causa, si può sempre optare per le cosiddette cure naturali, combinazioni dall’elevato livello di sostenibilità in grado di purificare il proprio organismo senza lasciare tracce sintetiche o di difficile assorbimento. Il passo più importante da compiere interessa la idratazione del corpo; dissenteria e vomito, infatti, inducono a perdere molteplici liquidi, ergo mantenersi idratati aiuta ad eliminare le tossine e ad agevolare il percorso di riabilitazione intrapreso. Oltre a ciò, i medici e gli esperti del settore suggeriscono di assumere tantissima vitamina C – attraverso la frutta o le spremute – e di ingerire, a ritmi blandi, un buon quantitativo di spezie come lo zenzero, l’aglio e il peperoncino. A tal proposito, si potrebbero anche  preparare dei gustosi manicaretti contenenti questi ingredienti sotto forma di contorno o di aggiunta necessaria per insaporire il piatto di turno; l’importante è aguzzare l’ingegno, in maniera responsabile, e non lasciarsi sopraffare da un virus davvero fastidioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *