Home / Politica / Delrio: il nuovo Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
Delrio_ministro

Delrio: il nuovo Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Graziano Delrio è il nuovo Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. La nomina viene ufficalizzata al Quirinale alle otto di sera: Delrio giura nelle mani di Sergio Mattarella dopo aver preso parte nel pomeriggio al Consiglio dei ministri vestendo per l’ultima volta i panni di sottosegretario alla presidenza. Per il momento Matteo Renzi ha assunto personalmente le deleghe di Delrio.  Dice il nuovo Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti: “Non esistono infrastrutture né grandi né piccole ma infrastrutture che sono utili alla comunità”.

Delrio_ministro

L’ex sottosegretario lascerà invece a Palazzo Chigi la delega sui fondi europei. Il Nuovo centrodestra ha cercato di ottenere per il suo nuovo ministro, che dovrebbe approdare agli Affari regionali, la gestione di quel dossier. Ma Renzi avrebbe già deciso di tenere sotto la responsabilità della presidenza del Consiglio i fondi Ue, con l’obiettivo di proseguire il lavoro avviato da Delrio per invertire una tradizione di sprechi. Non si sa a chi andrà la gestione delle deleghe di Delrio. Alcune potrebbero essere riassegnate a Luca Lotti. La prossima settimana dovrebbe arrivare la nomina di un nuovo sottosegretario alla presidenza, che avrà per di più il ruolo di segretario del Consiglio dei ministri. Per l’incarico girano molte voci. Appare difficile anche la partita dentro il Nuovo Centro Destra. Alfano ha accolto la preferenza di scegliere un nuovo ministro donna. Il ministro dell’Interno si è preso del tempo per maturare e digerire nel partito la scelta.Il nome al momento più quotato è Dorina Bianchi, ma le contendono il posto nel governo anche la collega Federica Chiavaroli e l’ex eurodeputata Erminia Mazzoni.

Chi Siamo Expose

Leggi Anche

referendum costituzionale dicembre 2016 opinioni

Referendum Costituzionale Dicembre 2016 Opinioni: perché è meglio votare per il Sì e perché per il No

Manca poco, ormai, all’importante appuntamento del referendum costituzionale, un’occasione per qualsivoglia tipologia di elettore propenso a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *